I minicapitolini sui giornali francesi

16 Aprile 2024

Non è passata inosservata la presenza dei giovani capitolini dell’Under 12 al torneo Dominique-Sauzade.

Il quotidiano transalpino La Montagne ha infatti dedicato un articolo sull’esperienza vissuta dai nostri ragazzi:

Unione-Rugby-Capitolina-minirugby-@-Clermont-Ferrand-Under-10-12-Via-Flaminia-867-Roma

Traduzione:

In occasione della 14ª edizione della Challenge Dominique-Sauzade, un torneo organizzato dall’ASM rugby tra 16 club per ragazzi sotto i 10 anni, 54 giovani romani tra gli 8 e i 12 anni sono venuti in Alvernia per un weekend di sport e turismo.

Un conoscenza della società sportiva ASM è all’origine di questo scambio sportivo. Un anno fa, il club di Clermont-Ferrand si era rivolto all’Unione Rugby Capitolina di Roma per ospitare una squadra di under 10 per un torneo allo stadio di Gravanches.

Questo scambio è stato possibile grazie a Franck Chaput e Xavier Flodrops, della scuola di rugby ASM, a Cesare Marrucci, direttore sportivo dell’URC, a Livio Raimondo, responsabile della squadra U10 che gareggia a Clermont, ad Andréa Mione, responsabile degli U12, e alla presenza di istruttori dell’URC. Mentre gli U10 hanno partecipato al torneo, gli U12 hanno incontrato squadre locali.

Per i dirigenti dell’URC, uno dei sei club di Roma, è importante incoraggiare e rafforzare lo spirito di squadra e il sostegno reciproco fin dalla più tenera età. Questo sostegno reciproco è stato evidente venerdì, quando la squadra ha raggiunto la vetta del Puy de Dôme dal Col de Ceyssat. Nei tornanti, alcuni hanno incontrato maggiori difficoltà e sono stati incoraggiati e sostenuti dai loro compagni di squadra.

Il club lavora con i giovani a partire dal minirugby in modo divertente. Il lavoro tecnico, la coordinazione, la corsa e le cadute sono l’ABC del club, con tutti gli under 8 iscritti che arrivano fino all’U20, fungendo da terreno di coltura per la prima squadra, che gioca nella seconda divisione del campionato italiano.

Il rugby fatica a svilupparsi in Italia, dove il calcio la fa da padrone. Nel corso degli anni, negli ultimi decenni, il rugby è diventato il terzo o quarto sport più popolare dopo il basket e la pallavolo. Al torneo Dominique-Sauzade di sabato, i giovani romani si sono battuti bene e hanno ricevuto il loro primo trofeo internazionale, con una coppa per il club e medaglie per ogni partecipante.

Se tutto va come previsto, l’anno prossimo alcuni giovani Asémistes parteciperanno a un torneo di rugby in Italia. 

274 visite

Utenti in linea

6 utenti In linea