Il logo

e511fb919b44e4092bb6de5a95735650
FacebookTwitter

L’ombelico Del Mondo

Il Logo della Capitolina propone una rielaborazione grafica della pavimentazione geometrica della piazza del Campidoglio progettata da Michelangelo, centro della vita politica e religiosa nella Roma antica e da sempre sede del governo della città. La particolarità del disegno a stella, a carattere centrifugo, della pavimentazione della prima piazza monumentale della Roma rinascimentale, rappresenta, in un continuum tra antico e moderno, l’universalità e la grandezza di Roma, caput mundi. Michelangelo, permeato di cultura classica, nel suo intento di ricollegarsi alle sue origini Etrusche e Romane, ha voluto ripristinare in questo  luogo, con il suo intrigante disegno ovale, il centro del mondo, l’Ombelico, e quindi non è certo un semplice motivo ornamentale.Questo luogo era il punto più sacro per gli antichi romani e probabilmente lo era stato anche per gli Etruschi quando regnarono su Roma. Era il punto di arrivo del percorso trionfale che percorreva i Fori imperiali. Doveva ridiventare Umbelicus Caput Mundi. L’antico Ombelico, i cui resti sono stati trovati poco più sotto, in cima al Foro, e che si “ricollegava idealmente all’Ombelico greco di Delfi” al cui centro c’era la pietra Ovale definita Omphalos , ora doveva spostarsi in questa piazza. Michelangelo, non potendo mettere al centro della piazza una Pietra Ovale, come quella di Delfi, aveva disegnato un motivo che si ricollegasse in modo criptato a tale Pietra Ombelico. L’immagine, dunque, ben si addice a rappresentare il nostro club nel mondo.

L’idea di usare il disegno della piazza come base per il logo capitolino è stata di Tina Pacini che lo disegnò su un foglio di carta, per poi consegnarlo al figlio Daniele che doveva mandare con urgenza in stampa le prime maglie. L’attuale versione la si deve al socio Marcelo Rossi che ha provveduto ad aggiustare le proporzioni, a standardizzare i colori ed inserendo nello stemma l’anno di nascita del club e la dicitura S.P.Q.R. .


logo.png

FacebookTwitter