U16 vs Amatori Parma

19 maggio 2017

La domenica appena trascorsa è stata senza dubbio la più “folle” e ricca di emozioni e stati d’animo tra tutte quelle vissute in questa stagione. Sul campo di via Flaminia si giocava la semifinale di ritorno del campionato under 16 tra i nostri ragazzi e i coetanei dell’Amatori Rugby Parma, con i capitolini chiamati a recuperare 6 punti di svantaggio della partita giocata la settimana prima a Moletolo. La tensione è alta così come la concentrazione e la determinazione e infatti, 30 secondi dopo il calcio d’inizio, siamo in meta. Per tutto il primo tempo manteniamo un ritmo alto, siamo bravi a creare e attaccare gli intervalli e a sfruttare gli errori dei parmensi realizzando subito le 4 marcature per il bonus offensivo. Forse proprio questo, per assurdo, ci crea un grande problema non facile da affrontare per i ragazzi vista la giovane età e cioè la convinzione che ormai sia fatta, ulteriormente rafforzata dalla meta che segniamo appena iniziato il secondo tempo. Non abbiamo tenuto conto però della qualità e della voglia di lottare dei ragazzi in maglia celeste. Da questo momento smettiamo di giocare, lasciamo a loro il pallino in mano e commettiamo 2 errori che ci costano altrettante mete portando il risultato sul 33-19, ma soprattutto rialzando il morale dei nostri avversari e cominciando a mettere dubbi enormi nelle teste dei capitolini. Nella confusione più totale non gestiamo il vantaggio acquisito e rimediamo anche un cartellino giallo, subendo nel frattempo altre 2 marcature per il 33-31. Gli ultimi minuti sono un assalto alla loro meta, abbiamo un paio di occasioni chiare per segnare, sembra di rivivere la semifinale della scorsa stagione, ma questa volta il finale è diverso… per differenza punti ad andare meritatamente in finale sono i nostri avversari ai quali vanno i nostri sinceri complimenti per la qualità del gioco espressa e per l’attitudine mentale mostrata quando tutto forse poteva sembrare perso.

Quanto successo domenica deve essere vista come un’enorme possibilità di crescita sia umana che sportiva da parte di tutti, staff e giocatori, a patto che ci sia la volontà di analizzare quanto fatto, cosa poteva essere fatto meglio o cosa non abbiamo fatto dall’inizio della stagione ad oggi senza cercare alibi o colpe all’esterno, ma parlandone serenamente insieme.

Questo risultato non cancella comunque tutti i passi avanti fatti in questa stagione e quindi ringrazio di cuore tutti i ragazzi che si sono impegnati e che hanno lottato durante gli allenamenti e le partite, così come tutto lo staff tecnico e dirigenziale per il preziosissimo lavoro svolto e per il supporto dato.

Vi saluto con questa citazione :” IO NON PERDO, O VINCO O IMPARO”

A PRESTO,

Emanuele

405 visite