U11 a firenze

21 novembre 2017

Appuntamento prima dell’alba quello dato dagli allenatori ai ragazzi dell’under 10 e della under 11 della Capitolina per partire alla volta della Toscana e più precisamente di Firenze, per poter giocare tre partite e successivamene muoversi alla volta dello Stadio Franchi di Firenze per assistere alla partita della Nazionale contro i Pumas argentini.
Appuntamento alle sei del mattino quindi, per poi andare a prendere gli amici del Tivoli Rugby e da lì andare nella patria del lampredotto: neanche a dirlo, per i ragazzi era come fosse mezzogiorno, e tra un coro e l’altro, più vispi che mai (al contrario degli allenatori, ai quali l’età oramai si fa sentire) il tempo vola, e si arriva in poco tempo allo Stadio Mario Lodigiani, casa dei Medicei, club di Serie A.
Dopo una breve sosta allo stand sulla sicurezza ferroviaria, nel quale ai ragazzi viene spiegato quanto sia sconsigliato attraversare i binari, i piccoli urchini raggiungono il campo da gioco: il turno di partite precedente è in ritardo e, dopo un’attesa di trenta minuti, affrontano la prima partita contro i Lions Amaranto di Livorno, squadra fisica e agguerrita, che inizialmente ci intimorisce e ci mette in seria difficoltà, dopodiché prendiamo le giuste misure e riusciamo a ribaltare il risultato, complice una difesa di qualità sull’uno contro uno e delle ottime continuità offensive. Il secondo inconro è contro il Foligno, compagine anch’essa fisica: questa volta però, grazie all’esperienza appresa nella partita precedente, i ragazzi non hanno alcun timore e riescono sin dalle prime battute a portare l’inerzia dell’incontro dalla propria parte, riuscendo sempre ad essere avanzanti palla in mano.
L’ultimo incontro della giornata, contro il Piombine, vede i nostri sempre attenti durante tutto il match nonostante un avversario più inesperto: la costante pressione portata dai nostri agli avversari ha permesso la segnatura di numerose mete, non subendone neanche una.
Ricevuti i complimenti e attesa l’ultima partita dell’u10, i ragazzi hanno giusto il tempo di cambiarsi (causa il ritardo delle partite precedenti) e andare al terzo tempo, per poi tornare l bus per posare le borse e muoversi verso lo stadio Franchi.
Sparpagliatici per la Curva Ferrovia e trovati i posti, abbiamo assistito con estremo trasporto ad ogni fase dell’incontro, a partire dall’Inno (cantato a squarciagola) fino al fischio finale, che ci ha lasciati un po’ tristi sopo essere rimasti in partita fino a pochi minuti dalla fine.
Terminato l’incontro, siamo lestamente tornati in pullman per tornare: anche qui i ragazzi non sembravano soffrire le oltre dodici ore in cui sono stati svegli e hanno fatto mille cose, anzi. Cori, il Derby tra Lazio e Roma e barzellette sono state hanno fatto da padrone fino a che, piano piano, le forze hanno iniziato a cedere, a pochi chilometri dall’arrivo.
Bellissima esperienza, che ha permesso ai ragazzi di confrontarsi con altre realtà e di conoscersi ancora di più, proseguendo in maniera estremamente positiva il loro percorso di crescita.

I ragazzi del 2007 presenti:
Angileri Giuseppe, Armeni Michele, Cenci Filippo, De Cunto Alberto, De Santis Alberto, Fabbri Paolo, Gallucci Cristian, Moretti Giacomo, Torresi Giuseppe, Ungaro Ludovico numi

85 visite