1XV: Capitolina vs Afragola Napoli 34 – 22 (p.t. 17-10)

12 febbraio 2018

 

Nel recupero della partita programmata il 18/01/2018, decima giornata del campionato di serie B, la Capitolina batte l’Afragola Napoli dopo 80 minuti in cui i romani giocano solo a tratti con qualità, risultando troppo fallosi nella fase difensiva sul punto d’incontro.

Il primo tempo si apre con una marcatura al 5′ del Napoli che, da un raggruppato penetrante a ridosso della linea di meta romana, trova una ripartenza che coglie impreparate le guardie. La squadra di casa non si scompone e inizia a presidiare la metà campo avversaria; al 14′ gli avanti romani impostano un raggruppato penetrante da touché che avanza fin oltre la linea di meta; Colitti non trasforma (5-5). La partita pur se intensa trova pochi spunti di gioco di qualità a causa dei troppi errori dall’una e dall’altra parte. Al 22′ ancora una volta da raggruppato penetrante la Capitolina produce un ottimo avanzamento che Rosato concretizza servito da Crivellone sul lato corto dell’out; Colitti non trasforma (10-5). I romani a questo punto sembrano alzare l’attenzione e provano a muovere di più il pallone, anche da contrattacco sul gioco al piede degli ospiti che di contro vanno un po’ in affanno; al 27′ un giocatore del Napoli rimedia un giallo per placcaggio in ritardo su Colitti. Solo dopo 10 minuti la Capitolina concretizza il vantaggio numerico con Innocenti che dopo un’azione a largo segna la terza meta per i suoi; Colitti trasforma (17-5). Su azione di rinvio da centrocampo però il Napoli si guadagna subito un’occasione che prontamente concretizza allo scadere del primo tempo da touché raggruppato penetrante a 5 metri dalla linea di meta (17-10).

Il secondo tempo si apre con la Capitolina in attacco. Al 4′ è Capitan Rampa a segnare la meta che vale il punto di bonus offensivo, dopo uno splendido lavoro di tutto il pack romano; Colitti non trasforma (22-10). Il Napoli prova a reagire ma la difesa Capitolina combatte e argina le ripetute cariche degli avversari vicino al punto d’incontro. Come la touché anche la mischia chiusa dei padroni di casa funziona. E’ proprio da una ripartenza da mischia chiusa che Moriggi da il là ad un’azione che vede Vannini protagonista di una finta di passaggio e corsa sull’intervallo fino in meta; Colitti non trasforma (27-10). Al 31′ arriva il cartellino giallo per Gentile (mani in ruck sul punto d’incontro). Il Napoli sfrutta il calcio a favore per andare in rimessa laterale. Touché raggruppata penetrante che viene arginata dai Capitolini che poi abbassano la guardia sui ripetuti pick and go successivi subendo la terza meta che viene trasformata (27-17). A cinque minuti dal termine però, anche in 14, i romani trovano lo spunto giusto con Bonini che dopo una bella corsa in mezzo al campo schiaccia tra i pali; Colitti trasforma (34-17). Sul riavvio del gioco però i romani abbassano nuovamente l’attenzione e consentono al Napoli di riportarsi nella metà campo avversaria. Al 39′ gli ospiti segnano la quarta meta di giornata guadagnandosi il punto di bonus offensivo per il definitivo 34-22.

Il commento di Cococcetta: “Abbiamo giocato contro la seconda miglior difesa del campionato. Sapevamo che sarebbe stata dura venire a capo del match, ma i ragazzi sono stati bravi ad avere pazienza ed a costruire il risultato passo dopo passo senza frenesia. In fase difensiva abbiamo sofferto qualche volta l’esuberanza fisica degli avversari quando ci caricavano vicino al punto d’incontro, ma soprattutto abbiamo avuto poca disciplina in rapporto alla situazione placcato/placcatore/assistente placcatore che ci ha condizionato parecchio. Su questo aspetto dovremo migliorare tanto”.

Formazione URC: Grillo, Aquisti, Innocenti (3′ s.t. Pianigiani), Bonini, Rosato, Colitti (18′ s.t. Scaramuzzino), Crivellone (18′ s.t. Vannini), Moriggi, De Michelis (16′ s.t. Polioni), Gentile, Ricci (1′ s.t. Manozzi), Franco, Montagna (13′ s.t. Sterlini), Rampa (cap), Berardi (13′ s.t. Conte).

Un grazie a Francesco PER LE FOTO clicca qui

 

IMG_4130

280 visite