1° XV: Capitolina vs Paganica 36 – 18 (P.T. 19 – 3)

21 febbraio 2018

Tredicesima vittoria in campionato per il nostro primo quindici, che ha la meglio sugli amici abruzzesi del Paganica Rugby non senza difficoltà. Campo molto pesante ed avversario coriaceo e mai domo sono stati i fattori con i quali i romani hanno dovuto fare i conti, venendo a capo della situazione grazie ad una buona prestazione degli avanti che sulla conquista sono risultati superiori agli ospiti.

Il primo tempo si apre con una meta di Conte al 7′ sugli sviluppi di un ripetuto pick and go conseguente ad un maul raggruppato penetrante costruito su touché a ridosso della linea di meta avversaria; Colitti non trasforma (5-0). Al 9′ il Paganica si guadagna un c.p. che dalla piazzola trasforma per il 5-3. Entrambe le squadre faticano ad adeguarsi all’ottimo metro dell’arbitro sul punto d’incontro; ne consegue una parte centrale del primo tempo dove il gioco fatica a trovare continuità. Al 23′ la superiorità del pacchetto romano in mischia chiusa si traduce in una meta di punizione contro gli ospiti (12-3). Al 35′ ed al 37′ arrivano due gialli consecutivi contro il Paganica per falli ripetuti di antigioco. Al 38′ la Capitolina capitalizza il doppio vantaggio numerico con Aquisti che, servito da Vannini dalla base di una mischia chiusa a cinque metri dalla meta, trova il varco giusto vicino l’out; Colitti trasforma (19-3).

Il secondo tempo si apre con un c.p. del Paganica al 3′ (19-6). Due minuti più tardi, al 5′, gli ospiti trovano la via della meta dopo una bella azione impostata nei 22 metri avversari; meta trasformata per il 19-13. I romani si svegliano dal torpore e grazie anche ad un buon gioco al piede si insediano nella metà campo avversaria. Ancora da una touché raggruppata penetrante seguita da ripetuti pick and go arriva la quarta meta al 23′ con Franco; Colitti non trasforma (24-13). Quattro minuti più tardi è Sterlini a concludere in meta un’azione che parte da un calcio di punizione giocato velocemente da Vannini e si sviluppa su tre fasi con utilizzo veloce del pallone; Ortega trasforma (31-13). Il Paganica non ci sta e trascinato dai suoi supporters accorsi in numero dall’Abruzzo, segna al 34′ una meritata meta (31-18). Sullo scadere al 40′ è De Michelis a segnare l’ultima meta del match dalla base di una mischia chiusa a ridosso della meta ospite; Ortega non trasforma (36-18).

Terzo tempo bellissimo con i piccoli atleti dell’U8 del Paganica ed i loro genitori che li hanno accompagnati presenti tra gli atleti. Un bellissimo momento di convivialità dove, se mai ce ne fosse bisogno, il Paganica ha dimostrato di essere un club con un forte senso di appartenenza. Tra una birra ed una fetta di salame nostrano Aquilano, il terzo tempo si conclude con un sincero saluto di affetto tra i protagonisti di questo bellissimo pomeriggio di rugby.

Formazione URC: Grillo (25′ s.t. Ortega), Aquisti (25′ s.t. Crivellone), Pianiggiani (20′ s.t. Iacolucci), Bonini, Corvisieri, Colitti, Vannini, Budini (10′ p.t. Gentile), Maesano (10′ s.t. Polioni), De Michelis, Ricci (15′ s.t. Salerno), Franco, Sterlini, Rampa (cap), Conte (10′ s.t. Montagna)

262 visite